media training & web communication

I contenuti su Facebook ti infastidiscono? Niente paura: arriva il tasto “snooze”!

Masha-Fedele-Facebook-snooze

A quanto pare Facebook farà un passo indietro – o forse per molti un passo avanti – e darà la possibilità ai suoi utenti di bloccare temporaneamente gli aggiornamenti degli amici che intasano la timeline con foto e post noiosi, così come di sospendere gli aggiornamenti di pagine e brand che esagerano con i messaggi pubblicitari.

 

Al momento questa nuova funzione non è ancora operativa, ma  – come riportano TechCrunch.com e SocialMediaWeek.org  – se la fase di test andrà per il meglio, la vedremo implementata già nei prossimi mesi.

 

Come funzionerà? Semplice: attivando la nuova opzione “snooze” direttamente dall’ennesimo contenuto fastidioso visibile sulla nostra home.

 

Sarà sufficiente infatti selezionare i tre puntini in grigio in alto a destra e successivamente selezionare la funzione “non seguire più [nome della persona o della pagina] o snooze”, dove con quest’ultima azione ci sarà la possibilità di sospendere gli aggiornamenti per 24 ore, per 7 giorni, per 30 giorni, oppure di togliere definitivamente il “segui” alla persona o alla pagina in questione.

 

Bene vero? In poche parole avremo la possibilità di fare quel che facciamo già con la sveglia al mattino: posticipare. L’opzione snooze infatti è quella che ci permette di interrompere momentaneamente la suoneria della sveglia e di farla ripartire dopo qualche minuto, e lo stesso accadrà quando Facebook ci darà la possibilità di fare altrettanto con la pubblicità e i post fastidiosi.

 

Ovviamente i diretti interessati non saranno messi al corrente della nostra azione, con il beneficio che la nostra esperienza social potrà essere migliore.

 

Ma quali implicazioni potrà avere tutto questo per il marketing? Beh, le marche dovranno essere molto prudenti e dovranno fare molta attenzione a non saturare di aggiornamenti gli utenti, avendo cura di profilare in modo accurato le proprie campagne. In poche parole dovranno rivedere le loro strategie di marketing, creare contenuti in modo intelligente, non solo in termini di efficacia ma anche in un’ottica di… scongiurare lo snooze!

Masha Fedele

Masha-Fedele-Facebook-snooze
Facebook Snooze (immagine da TechCrunch.com)

Fonti: TechCrunch, Social Media Week

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *